Nessun silenzio per le “sentinelle” omofobe. Respingiamo il fascismo da Bologna

Sentinelle in piedi - fascisteNon bastavano le “preghiere” antiabortiste davanti al Sant’Orsola, ancora una volta la parte più rozza e retriva della nostra società da spettacolo di sé ostentando l’intolleranza di cui è intrisa. Domenica 5 ottobre alle 17,00 in piazza San Francesco a Bologna, le “sentinelle in piedi” omaggeranno la città con il loro triste spettacolo.

Non è bastato lo “spettacolo” che hanno già dato in piazza Maggiore ed in altre città dell’Emilia Romagna, non a caso la loro provocazione vuole colpire una zona della città simbolo di antifascismo e controcultura.
A due passi dal Pratello sarà questo il loro messaggio, tanto semplice quanto crudele: non esistono forme diverse di amore, tantomeno sono legittime in pubblico, la famiglia è rappresentata solo da madre, padre e figli, poco importante se sia o meno una famiglia felice.

Tutto questo dimostra da un lato l’intolleranza verso chi viene ritenuto diverso da sé e dall’altro la concezione che esistano esseri umani di serie A, degni di rivendicare certi diritti come quello al matrimonio o all’adozione, e cittadini si serie B a cui questi diritti devono essere preclusi.
Le “sentinelle” vigilano affinché non sia possibile accettare forme diverse di amore, affinché non siano legittime le multiformi identità e preferenze sessuali, vigilano affinché non si mettano in discussione modelli sociali stereotipati e difesi dalla chiesa cattolica, vigilano per difendere lo status quo come strumento di controllo (ed ordine) sociale.

La parte più reazionaria della chiesa cattolica si mobilita, le “sentinelle” sono notoriamente spalleggiate da forze neofasciste, come ad esempio Forza Nuova, le stesse forze che camaleonticamente percorrono nuove strade per legittimarsi e tornare allo scoperto

Non intendiamo rimanere silenti, ne permettere che non ci sia una risposta della nostra città a questa provocazione, siamo determinati a portare un’assalto sonoro in piena regola in quella piazza, consapevoli che sia parte di un percorso che non finirà certo Domenica. Facciamo appello a tutti i cittadini a tutte le cittadine antifasciste affinché ci sia una presenza in Piazza San Francesco Domenica 5 alle ore 17.00, affinché si copra quell’assordante silenzio fatto di omofobia e fascismo.

Loro leggeranno il loro libro in silenzio, noi daremo voce ai diritti, rivendicandoli per tutte e per tutti. Anche per loro.

Appuntamento col carro soundsystem alla Barricata 71 – ore 16.30 Via Sant’Isaia 71

Barricata 71
Giovani Comuniste-i Bologna
Rifondazione Comunista – Federazione di Bologna
Cultura e Conflitto Bologna
Circolo PRC Centro Storico “Tosca”

Scarica questo articolo in formato E-BookScarica questo articolo in formato E-Book

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>